Come Mi Nutro Nel Terzo Paradiso

I BENEFICI DELL'OZONO

-CLORO +OZONO = BENESSERE

Chi pensando all'aria che si respira in piscina o annusandosi la pelle dopo una nuotata non associa lo stesso odore alla candeggina ? Infatti la stessa sostanza che si usa in casa (con i guanti) per sbiancare gli indumenti, si usa per disinfettare l'acqua della piscina.

Al di la dell'odore sgradevole l'uso del cloro presenta molti aspetti negativi, anche dal punto di vista sanitario come le classiche irritazioni agli occhi e alle mucose.

Alcune persone soffrono di raffreddore da piscina, altre hanno problemi di allergia e presentano dopo un bagno, delle eruzioni cutanee.

L'ozono non da nessuno di questi effetti perché rende l'acqua insapore ed inodore ed in più permette all'abbronzatura di non scolorire dopo un bagno rinfrescante. Si tenga presente poi che il nostro corpo in un bagno della durata di un'ora assorbe circa mezzo litro di acqua di piscina ed è perciò che la stessa deve assumere le caratteristiche dell' acqua da bere.

Un altro vantaggio dell'uso di ozono è di rendere l'acqua trasparente e limpida, non giallognola e torbida come nel caso del cloro, e non necessita di correzioni del Ph perché non viene influenzato nella sua azione e non ne altera il valore.

Il tutto con comodità e a tutela dell'ambiente e dei bagnanti: infatti l'uso dell'ozono riduce la manutenzione della vasca, evita l'approvvigionamento di sali, non disperde sostanze inquinanti.

Oltre a ciò l'ozono ha un ciclo di produzione che potremmo chiamare "ecologico" perché, come verrà spiegato più avanti, l'O3 viene creato dall'ossigeno presente nell'aria, e nel giro di qualche minuto, dopo aver depurato l'acqua, ridiventa ossigeno senza provocare perciò inquinamenti secondari.

Se poi con il cloro l'acqua tende ad "invecchiare" con il tempo e si ha bisogno di aggiungere costantemente acqua "fresca", con l'uso di ozono non si ha questo spreco perché la stessa migliora le sue caratteristiche e si ossigena ogni volta che viene trattata.

Share by: